UN SALUTO A DON ANTONIO SAMBATARO PARROCO DI SFARANDA

Oggi, l’Amministrazione Comunale, ha salutato don Antonio Sambataro, che dopo 17 anni lascia la parrocchia di Sfaranda, per andare a servire la parrocchia di Gioiosa Marea.

Data:
22 Ottobre 2015

UN SALUTO A DON ANTONIO SAMBATARO PARROCO DI SFARANDA

salutiOggi, l’Amministrazione Comunale, ha salutato don Antonio Sambataro, che dopo 17 anni lascia la parrocchia di Sfaranda, per andare a servire la parrocchia di Gioiosa Marea.

A don Antonio è stata consegnata una pergamena che riporta tratti del messaggio che Papa BENEDETTO XVI ha rivolto ai giovani siciliani nell’incontro di Palermo del 3 ottobre 2010, che di seguito riportiamo:

A Padre Antonio Sambataro
Grazie, con un saluto di Speranza

 Beato l’uomo che medita la Legge del Signore, “è come albero piantato lungo corsi d’acqua, / che dà frutto a suo tempo” (v. 3). Questi “corsi d’acqua” possono essere il “fiume” della tradizione, il “fiume” della fede da cui si attinge la linfa vitale.
 Cari giovani di Sicilia, siate alberi che affondano le loro radici nel “fiume” del bene.
Non abbiate paura di contrastare il male! Insieme, sarete come una foresta che cresce, forse silenziosa, ma capace di dare frutto, di portare vita e di rinnovare in modo profondo la vostra terra!
 […] Cari amici! Conosco le vostre difficoltà nell’attuale contesto sociale, che sono le difficoltà dei giovani e delle famiglie di oggi, in particolare nel sud Italia.
Conosco anche l’impegno con cui cercate di reagire e affrontare questo problema […]
[…] Voi siete segno di speranza non solo per la Sicilia per tutta l’Italia.
 Io vi ho portato una testimonianza di Santità e voi mi offrite la vostra: i volti dei tanti giovani di questa terra che hanno amato Cristo con radicalità evangelica.
L’Amministrazione Comunale di Castell’Umberto, 22.10.2015

Ultimo aggiornamento

22 Ottobre 2015, 16:01