PROGETTO “POVERTA’ ED EMERGENZA SOCIALE – ATTIVITA’ SOCIALMENTE UTILI”

 PROGETTO “POVERTA’ ED EMERGENZA  SOCIALE – ATTIVITA’ SOCIALMENTE UTILI

 INTEGRAZIONE AL P.D.Z. 2013/2015 – II annualità  

 SI AVVISA 

 

                Che nei Comuni di: Castell’Umberto, Alcara Li Fusi, S.Salvatore di Fitalia, Galati Mamertino, Longi,  Naso – Mirto e  S. Marco d’Alunzio  saranno attivate le attività relative all’integrazione al P.D.Z. 2013/2015 – II annualità del  progetto “Povertà ed emergenze sociali – attività socialmente utili”, al fine di disincentivare ogni forma di mero assistenzialismo impegnando i soggetti interessati in attività di servizio civico  come di  seguito descritte:

  • Attività di custodia, vigilanza, pulizia e manutenzione di strutture pubbliche comunali (palestre, impianti sportivi, Parco Suburbano, edificio municipale etc.)
  • Attività di sorveglianza minori che usufruiscono di trasporto pubblico comunale
  • Attività di vigilanza presso le scuole
  • Attività di salvaguardia e manutenzione del verde pubblico
  • Attività di disbrigo pratiche, acquisto generi alimentari, farmaci etc.  in favore di persone soli o con bisogni improvvisi
  • Pulizia straordinaria delle vie e delle piazze, in particolare dopo momenti di festività cittadina.

Che  la partecipazione alle suddette attività socialmente utili, non potrà essere configurata come lavoro subordinato, trattandosi di attività volontaria, dietro compenso forfettario di natura non corrispettiva ma esclusivamente assistenziale.

Tutti gli interessati residenti nei Comuni di cui sopra con un reddito (ISE) non superiore  al doppio della pensione minima INPS , pari ad € 13.049,14 in ottemperanza a quanto disposto dal vigente Regolamento relativo a “Povertà ed emergenze sociali- Attività socialmente utili” approvato dal Comitato dei Sindaci del Sub-Ambito AOD 3 del  Distretto Socio-Sanitario n. 31, con delibera n. 3 del 10-11-2015,  potranno presentare istanza, a pena di esclusione, entro l’improrogabile termine del giorno 30 Aprile 2018 presso il protocollo generale del proprio Comune:

All’istanza è necessario allegare, pena l’esclusione, la seguente documentazione:

  1. Copia DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica) completa di attestazione ISEE, in corso di validità, rilasciata secondo la normativa vigente dal 02-01-2015, valevole per la richiesta di prestazioni sociali agevolate.
  2. Fotocopia del documento di riconoscimento.
  3. Dichiarazione di disponibilità allo svolgimento delle attività indicate nel progetto (ALL. A)
  4. Dichiarazione relativa allo stato di occupazione e/o disoccupazione (ALL. B)
  5. Ogni altro documento utile per la formulazione della graduatoria

                L’Ufficio preposto  assicura la necessaria assistenza nella compilazione dell’istanza – I modelli sono disponibili presso L’Ufficio dei Servizi Sociali  di ogni  Comune oppure sul sito istituzionale dell’Ente.

                Sulla base delle istanze pervenute ogni Comune formulerà una graduatoria secondo i criteri e i punteggi sottoindicati:

DISOCCUPAZIONE    
  Per il richiedente Punti  5
  Per ogni componente (in età lavorativa  e non Studente)  oltre il richiedente Punti  2
     
  FIGLI  Per ogni figlio minorenne o maggiorenne se studente a carico Punti 2
  Se trattasi di orfano o di minore con genitori  separati o divorziati        Punti 5
CONIUGE – Se il coniuge del richiedente non sia compreso nel nucleo familiare  e non gli versi  assegni alimentari (separazione, vedovanza).

o sia detenuto o agli arresti domiciliari, ovvero sia stato impossibilitato allo svolgimento di una attività lavorativa a causa di malattia contratta nell’arco dell’anno per ladurata di almeno un bimestre ed ancora in atto al momento della presentazione della domanda                                                                 

 Punti 5
     
 REDDITO FAMILIARE   (valore ISE non superiore al doppio della pensione minima Inps)– Fino a  € 999,00    punti 10   
   da € 1.000,00 a  € 4.999,00     punti 5
  da € 5.000 ,00 a € 7.500,00     punti 3   
  da 7.5001,00 al limite per l’accesso al servizi    punti 2   
     
STATO DI PARTICOLARE BISOGNO – presenza in famiglia di grave disabile o di persona con grave patologia, rilevazione di un recente grave, evento che ha inciso fortemente sulla normale situazione economica familiare       Punti 2
     
SERVIZIO A chi non ha beneficiato del Servizio nell’anno precedente(in ambito comunale e distrettuale)            Punti 1

 

A PARITÀ  DI PUNTEGGIO SARA’  AVVIATA AL SERVIZIO   la persona più anziana di età

               

Sulla base di apposita relazione dell’Assistente Sociale del Comune o di altro Ente Pubblico, potranno essere inseriti nelle attività, nella misura massima di n. 2 unità per ciascun Comune, nei limiti del numero dei beneficiari previsti, soggetti per i quali è in corso un progetto individuale di reinserimento sociale.

                Che per l’integrazione alla II Annualità il numero dei soggetti che potranno beneficiare dell’assistenza economica finalizzata è quello di seguito indicato.

                               

                                                                           

COMUNI  Numero Beneficiari II Annualità
CASTELL’UMBERTO

 

11
ALCARA LI FUSI 12
S.SALVATORE DI FITALIA 9
GALATI MAMERTINO 12
LONGI 10
MIRTO 8
NASO 2
S.MARCO D’ALUNZIO 14
totale complessivo 78

 

Castell’Umberto lì 29 marzo 2018

  

IL COORDINATORE DEL GRUPPO PIANO          DEL SUB-AMBITO DELL’AOD3                                                                

F.to Dott.ssa Luigina BARBAGIOVANNI   

 

IL PRESIDENTE DEL     COMITATO DEI SINDACI  DEL SUB-AMBITO DELL’AOD3

 F.to  Vincenzo Biagio LIONETTO CIVA